Novena di Natale 2020 – Terzo giorno -18 Dicembre

PREPARIAMO LE VIE AL SIGNORE

Segno di Croce: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Vieni Signore, non tardare

(Se clicchi sull’immagine trovi il materiale degli esercizi spirituali dell’Avvento 2020)

1. Vieni a portare gioia dove regna il dolore,
vieni a consolare i cuori di chi piange nella prova.

Ogni povero ti attende, apre a te le sue mani,
tu ricolmale di grazia e risana i loro cuori.

Vieni, Signore, vieni tra noi!
Vieni, non tardare, salva il mondo.

2. Vieni, Principe di pace, porta il Regno dell’amore,
spezza il giogo degli oppressi, porta la tua libertà.

Vieni, dono di speranza, e spalanca il nostro cielo.
Inondati dalla luce, noi verremo fino a te.

Vieni, Signore, vieni tra noi!
Vieni, non tardare, salva il mondo.

3. Vieni, Sposo della Chiesa. Vieni, Agnello vittorioso,
con lo Spirito la Sposa grida a te: Maranathà!

Vieni, Signore, vieni tra noi!
Vieni, non tardare, salva il mondo.

Pensiero

Al popolo d’Israele, oppresso dalla schiavitù babilonese, il profeta Isaia dà un lietissimo annuncio: è prossima la liberazione. Il Signore stesso verrà in mezzo al suo popolo come Pastore buono che ha cura del debole, come Padre misericordioso che perdona i peccati, come Dio forte che sconfigge i nemici. I prescelti da Dio, però, devono impegnarsi a preparare la strada al Signore e a togliere tutti gli ostacoli del male mediante una vera conversione.

Ecco il Signore!

«Una voce grida: “Nel deserto preparate la via al Signore, appianate nella steppa la strada per il nostro Dio. Ogni valle sia colmata, ogni monte e colle siano abbassati; il terreno accidentato si trasformi in piano e quello scosceso in pianura. Allora si rivelerà la gloria del Signore e ogni uomo la vedrà”» (Is 40,3-5). Sali su un alto monte, tu che rechi liete notizie in Sion. Alza la voce, non temere; annunzia alle città di Giuda: «Ecco il vostro Dio! Ecco, il Signore Dio viene con potenza, con il braccio egli detiene il dominio. Come un pastore egli fa pascolare il gregge e con il suo braccio lo raduna; porta gli agnellini sul seno e conduce pian piano le pecore madri» (Is 40,9-11).

Prepariamo i nostri cuori

Il Signore vuole trovare una via per entrare nei nostri cuori e dimorarvi. La voce grida nel deserto: Preparate una strada. Questa voce giunge prima all’orecchio e dopo, o meglio attraverso l’ascolto, la parola penetra nell’intelletto. Preparate, dice la voce, una strada al Signore. Quale via gli prepareremo? Una strada materiale? Ma la parola di Dio può richiedere una simile via? Non occorre piuttosto preparare al Signore una via interiore e tracciare nel nostro cuore delle strade diritte, piane? Sì, questa è la via per cui la Parola di Dio si introduce per stabilirsi nel cuore dell’uomo. Prepariamo una via al Signore con una buona coscienza, rendiamo piana la strada perché il Bambino Gesù possa camminare in noi senza difficoltà e donarci conoscenza dei suoi misteri e della sua venuta. (Origene: “Omelie su Luca”)

(Clicca sull’immagine per iscriverti al canale Youtube Don Francesco Cristofaro per ricevere i video e seguire le dirette di preghiera)

Manda li tuo Spirito, o Signore

Perché otteniamo il perdono dei nostri peccati e la purificazione da tutte le nostre colpe
– Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

Perché otteniamo l’aumento della fede e della nostra adesione alla volontà di Dio
– Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

Perché otteniamo l’aumento della speranza nei beni eterni promessi da Dio
– Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

Perché otteniamo l’aumento della carità e della grazia che ci rendono conformi alla santità di Dio
– Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre.

O Dio onnipotente che ci chiami a preparare la via al Cristo Signore, fa’ che per la debolezza della nostra fede non ci stanchiamo di attendere la consolante presenza del Medico Celeste. Per Cristo nostro Signore. Amen.

(Adattata da Don Francesco Cristofaro)

Lettera a Gesù Bambino

Caro Gesù Bambino,

sono io che ti scrivo. Mi conosci. Sono il tuo sacerdote.

Oggi ha inizio la novena del Santo Natale.

Volevo chiederti perdono e te lo chiedo con tutto il cuore se non sono ancora come Tu mi vuoi, se rallento la grazia, se ancora inciampo e cado.

Non so fare promesse perchè non sono padrone di un solo secondo della mia vita.

Posso solo dirti che in questo momento il mio desiderio di amarti è grande.

Cammino verso di Te piccolo Gesù.

Scusa mio Bambino se esco dalla strada che mi porta verso di te.

Oggi busso al Tuo cuore come un mendicante.

Vengo alla grotta per cercare la luce.

Scelgo cosa portarti in dono.

Scopro di non avere molto da darti,

Solo piccole cose piene di imperfezioni.

Vorrei volere in alto, in alto, lassù dove sei Tu.

Mi chiedi di restare quaggiù.

Mi chiedi di amarti, di servirti.

Vuoi tutta la mia vita.

Io sono qui Bambino mio Gesù.

Cammino con Te.

Proteggimi, difendimi, santificami, plasmami.

Ecco, sono arrivato alla grotta.

Ti attendo.

Lascio nella mangiatoia la mia preghiera e il mio cuore.

Lascio qui il mio si.

Caro Gesù Bambino, piccolo mio.

Guardo la tua Mamma e il tuo Papà.

Rimango in silenzio e ti attendo.

La Pace ha visitato il mio cuore. Amen.

 

Don Francesco Cristofaro

Novena di Natale 2020 – Primo giorno – Vieni Bambino Gesù (16 Dicembre)

Novena di Natale 2020 – Primo giorno – Vieni Bambino Gesù (16 Dicembre)

VIENI, BAMBINO GESU’

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Meditiamo:

Cristo è venuto: eppure noi l’attendiamo ancora come già gli antichi figli di Israele. Cristo è in mezzo a noi: eppure noi viviamo l’esperienza dell’esilio, «sapendo che finché abitiamo nel corpo siamo in esilio lontano dal Signore» (2 Cor 5,6). Tutto il Nuovo Testamento è permeato di questa attesa del Cristo che deve venire e che sembra continuamente imminente. Ma il libro che riassume le attese di tutte le generazioni cristiane è l’Apocalisse, nei suoi ultimi passi.

Gesù verrà presto

«Ecco, io verrò presto e porterò con me il mio salario, per rendere a ciascuno secondo le sue opere. Io sono l’Alfa e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, il Principio e la Fine. Beati coloro che lavano le loro vesti: avranno parte all’albero della vita e potranno entrare per le porte nella città. Fuori i cani, i fattucchieri, gli immorali, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna! Io, Gesù, ho mandato il mio Angelo per testimoniare a voi queste cose riguardo alle Chiese. Io sono la radice della stirpe di Davide, la stella radiosa del mattino» (Ap 22, 12-16).

Senza distinzioni e condizioni

Il mondo intero è nell’attesa e la nostra stessa preghiera deve essere protesa verso la venuta del Signore. In questo “Vieni, Bambino Gesù”, la nostra preghiera dovrebbe far proprie tutte le attese, le sofferenze fisiche e morali dell’umanità che vive accanto a noi. La sua venuta è, per ciascuno di noi, una realtà viva: «Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, verrò da lui, cenerò con lui ed Egli con me» (Ap 3,20). Se lasciamo entrare il Bambino, ci farà partecipi dei suoi doni e dei suoi beni; dirà una parola a ciascuno di noi.

Questa parola si rivolge a tutti, senza distinzioni e condizioni. Nonostante i nostri peccati passati, la nostra mediocrità, l’insensibilità spirituale, basta credere all’Amore. La grazia di Dio può porre rimedio a tutto. (J. Danielou)

Noi Ti invochiamo

In mezzo alle angustie del tempo presente
– Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

Nella speranza di contemplare in Cielo quelle realtà in cui gli Angeli bramano fissare lo sguardo.
– Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

Per noi stessi e per quanti attendono con fiducia la Tua venuta
– Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

Per il mondo intero e per gli uomini che ancora non Ti conoscono
– Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

O Bambino Gesù, degnati di accogliere la preghiera di quanti credono e sperano in Te; vieni presto a liberarci da questo nostro esilio, e riuniscici nel Tuo regno glorioso, dove Tu vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.

Mi impegno…

  • a pulire il mio cuore per far spazio a Gesù.
  • a pregare un pò di più.
  • ad amare un pò di più

 

(Novena adattata da Don Francesco Cristofaro)

 

Calendario dell’Avvento 2020 – Diciassettesima Tappa – 15 Dicembre

Calendario dell’Avvento Diciassettesima tappa

15 Dicembre

La Parola per oggi:

Il Signore è vicino a chi ha il cuore spezzato,
egli salva gli spiriti affranti.
Il Signore riscatta la vita dei suoi servi;
non sarà condannato chi in lui si rifugia. (Sal 33)

Pensiero: Vicino a noi è il Signore. A volte ci capita di dire: “Dove sei Signore?… Non ti vedo… Non ti sento… Mi hai forse dimenticato?…”. Il Salmo 33 ci ricorda che il Signore è vicino a chi ha il cuore spezzato. Perché non riusciamo a percepire la sua presenza ? Forse perché siamo concentrati troppo su noi stessi da non accorgerci a chi realmente sta al nostro fianco.

Domanda del giorno: Quando sono sofferente e il camminare diventa difficile in chi e come confido? In chi si rifugia il mio cuore?

Impegno del giorno:

Oggi ti chiedo di poter fare un’opera di misericordia corporale o spirituale.

  (Clicca sulla foto) 

Primo passo: Medita il Salmo:

Sal.33

RIT: Il povero grida e il Signore lo ascolta.

Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
Io mi glorio nel Signore:
i poveri ascoltino e si rallegrino.

Guardate a lui e sarete raggianti,
i vostri volti non dovranno arrossire.
Questo povero grida e il Signore lo ascolta,
lo salva da tutte le sue angosce.

Il volto del Signore contro i malfattori,
per eliminarne dalla terra il ricordo.
Gridano i giusti e il Signore li ascolta,
li libera da tutte le loro angosce.

Il Signore è vicino a chi ha il cuore spezzato,
egli salva gli spiriti affranti.
Il Signore riscatta la vita dei suoi servi;
non sarà condannato chi in lui si rifugia.

Secondo passo:  Oggi impegnati a seguire la celebrazione della Messa in presenza in Chiesa oppure in Tv o su internet.

Segnati con il segno di croce. Ritorna alle tue occupazioni ma non dimenticare durante il giorno di avere dei piccoli pensieri per Gesù.

#donfrancescocristofaro

La buonanotte di Don Francesco e la benedizione

E’ domenica sera. Tutto si appresta a tacere. Pensiamo a ciò che abbiamo fatto. Abbiamo amato? Siamo stati luce. A voi grande famiglia mando l’abbraccio più forte e colmo di amore fraterno e vi benedico. Cliccate sul link per ricevere la benedizione…

Calendario dell’Avvento 2020 – Dodicesima tappa – 10 Dicembre

Calendario dell’Avvento dodicesima  tappa

10 Dicembre

La Parola per oggi:

Io sono il Signore, tuo Dio,
che ti tengo per la destra
e ti dico: «Non temere, io ti vengo in aiuto» (Is 41,13)

Pensiero:

«Non temere, io ti vengo in aiuto» e io ti dico “grazie Signore” perché desidero il tuo aiuto, la tua protezione, il tuo aiuto. Non mi abbandonare mai Signore. Rimani al mio fianco. Aiutami!

Domanda del giorno: Ti chiedo di poter fare un’opera che faccia avvertire a qualcuno di sentirsi amato.

Impegno del giorno:

Fai altri due piccoli passi verso Gesù che sta per venire.

Primo passo: Leggi  le parole di questo Salmo. Faranno molto bene al tuo cuore:

Sal.144

RIT: Il Signore è misericordioso e grande nell’amore.

O Dio, mio re, voglio esaltarti
e benedire il tuo nome in eterno e per sempre.
Buono è il Signore verso tutti,
la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
e ti benedicano i tuoi fedeli.
Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza.

Facciano conoscere agli uomini le tue imprese
e la splendida gloria del tuo regno.
Il tuo regno è un regno eterno,
il tuo dominio si estende per tutte le generazioni.

 

Secondo passo:  “Di tutte più grande è la carità”. Oggi per amore a Gesù pregherai per gli ammalati di cancro e di covid.

Segnati con il segno di croce. Ritorna alle tue occupazioni ma non dimenticare durante il giorno di avere dei piccoli pensieri per Gesù.

Don Francesco Cristofaro 

La Buonanotte di Don Francesco e la benedizione

Termina questo giorno dedicato alla Madonna Immacolata. Lei senza macchia ci aiuti ad essere sempre presone dal cuore, dai pensieri e dalla vita pulita e in grazia di Dio.

Vi auguro una notte serena e un riposo tranquillo. Vi benedico.

(Per acquistare il nuovo libro di Don Francesco formato eBook clicca sulla foto qui sotto e segui tutte le indicazioni. Al termine entro le 12 ore riceverai la mail con l’eBooK)